Alberto Mucignat

Alberto Mucignat


Random thoughts around web stuffs (è tutto un equilibrio sopra la follia)

agosto: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Categorie


Il software vogliamo che funzioni

AlbertoAlberto

La Bocconi ha lanciato una ricerca per capire perchè il software in Italia non va:

L’Università Bocconi, in collaborazione con 01net e Linea EDP, sta svolgendo una ricerca che ha l’obiettivo di analizzare e di individuare modalità sostenibili per fare crescere in Italia l’ecosistema del software, inteso come l’insieme delle aziende che offrono software e servizi informatici e delle aziende che utilizzano il software come leva competitiva.

La ricerca vuole approfondire le motivazioni per cui il settore da anni non cresce in Italia come invece accade in altri Paesi europei, laddove molti studi confermano che la mancata crescita della produttività italiana, causa della perdita di competitività delle nostre imprese sui mercati internazionali, è dovuta soprattutto allo scarso utilizzo dell’ICT da parte delle imprese del nostro Paese.

Nel mio piccolo azzardo una risposta: il mercato ICT italiano e l’utilizzo del software in Italia non crescono perchè spesso il software non funziona!

La prova è aver visto le aziende che comprano software passare la maggior parte del loro tempo al telefono con il customer care o a risolvere problemi (del software, ma anche del pc, dei formati dei file, della stampante, ecc), piuttosto che ad avere una vita semplificata dal software.

Il valore di un software, oggi, non è nella tecnologia, ma nella sua facilità d’uso. Vorrei dire “usabilità”, perchè oggi l’utente dovrebbe essere al centro del processo di creazione di un software. E non viceversa.

Ecco, quindi, che lo “scarso utilizzo dell’ICT da parte delle imprese italiane” forse è più una conseguenza, che una causa.

Cioè, più che pensare alla percezione del software, in tutto il resto del mondo si sta cambiando il modo di sviluppare software (si pensi al redesign di Office 2007).

All’estero poi si parla sempre di più di User Centered Design e di User Experience per descrivere il nuovo processo di creazione del software.

Anzi del “prodotto”. Che non è più ormai solo un pezzo di codice, ma la sapiente unione di tecnologia, design e -sediovuole- innovazione.

Comments 0
There are currently no comments.