Alberto Mucignat

Alberto Mucignat


Random thoughts around web stuffs (è tutto un equilibrio sopra la follia)

marzo: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie


Elasticizzare le deadline

AlbertoAlberto

Tempo fa ho scritto un post che è ha riscosso un discreto interesse (e che ora potete leggere anche su Medium, wow!).

Parlavo di deadline e di come queste condizionino la qualità dei progetti digitali in maniera molto forte. Oggi mi chiedevo se banalmente provassimo anche solo a elasticizzarle un attimo.

Voglio dire: fai un progetto di 18 mesi e ti serve esattamente sapere la data di rilascio? Ti cambia veramente qualcosa oggi? Pensi che questo serva a garantire il committment delle persone? (aiutino: il committment non lo ottieni stabilendo una rigorosa data di rilascio)

Cosa ne dici se invece pensassimo di rilasciare tra i 18 e 21 mesi dall’inizio? Cambierebbe qualcosa? Parliamo di trimestri, quindi la lingua dei manager. Inoltre, siamo nel boom della digital transformation e questi tempi sono piuttosto comuni.  È comune anche l’approccio alla deadline, ma se invece fossimo un po’ più elastici? Tre mesi ti sembrano troppa incertezza a distanza di un anno e mezzo?

E se per esempio ipotizzassimo che il “periodo di rilascio accettabile” oscilli anche in base alla durata? Se è un progetto di 6 mesi mi aspetto un’oscillazione di 4 settimane, mentre se è un progetto di 12 mi aspetto una finestra di 2 mesi. E così via…

Sarebbe importante stabilire questi “cuscinetti” e mi immagino anche un approccio per cui nelle prime fasi di progetto si fa reality check e si chiarisce meglio il timeframe di rilascio all’interno del cuscinetto. Cioè si fa un assessment più veritiero del rilascio man mano che si lavora: più ci avviciniamo, più la data diventa certa.

Ora, so che molti diranno che questo approccio già lo attuano, che loro sanno esattamente che poi va a finire così e quindi se lo aspettano.

Ma, ecco, magari non lo dite chiaramente. Invece il punto è che lo deve sapere tutto il team e tutte le persone coinvolte. Anche perché è proprio questa correttezza verso il team che genera committment.

Comments 1
  • Germano
    Posted on

    Germano Germano

    Author

    In realtà cerco sempre di dare una scadenza più lunga del previsto, cercando poi(e riuscendoci nel 99% dei casi) ad anticipare i tempi indicati. Mi è successo in tempi non sospetti di avere indicato tempi stretti e aver superato di gran lunga la deadline, quindi ho cambiato registro.