Alberto Mucignat

random thoughts around web stuffs (è tutto un equilibrio sopra la follia…)

“Ma noi siamo diversi” (la paura del cambiamento)

Scritto il a proposito di WebMarket - 5 Commenti

Oggi parlavo con un mio fornitore che sviluppa prodotti web. Al solito siamo finiti a discutere del mercato italiano e di come molti clienti, quando gli proponi delle soluzioni che funzionano nel mercato internazionale, ti rispondono tutti allo stesso modo: “sì, ma vedi, noi siamo diversi”.

È una frase che farebbe pensare a un atteggiamento snob, in realtà è una scusa che molte aziende tirano in ballo per paura di cambiare.

Lavorando su redesign di siti e servizi, mi trovo praticamente sempre ad affrontare situazioni di cambiamento. E in ogni lavoro, ogni cliente prima o poi se ne esce con questa frase, adatta a molte situazioni: “noi siamo diversi dagli altri: abbiamo un’infrastruttura tecnica complessa…”, “noi siamo diversi: il nostro marketing non ce lo permetterà mai…”, “noi siamo diversi e non copiamo dagli altri” (la mia preferita), etc.

Tutte scuse, perché le aziende invece sono molto simili, c’è solo una differenza: chi decide di affrontare i problemi e chi si nasconde dietro allo “snobismo della diversità”.

Voglio essere chiaro: in ogni situazione business dire “noi siamo diversi” è spesso solo una difesa contro la paura di cambiare.

E ogni cambiamento che viene posticipato è un guadagno mancato, una perdita competitiva, un cliente che se ne va.

(Alla fine per stemperare mi canticchio Carosone: “tu vuò fa l’americano… ma l’e-biz in Italì…”)

Tag: , , ,

5 commenti ↓

  • #1 QualitiAmo 27/10/2009 06:31

    La resistenza al cambiamento è, purtroppo, un atteggiamento comune nell’uomo.

    Su QualitiAmo (una raccolta gratuita di risorse dedicate alla Qualità) ci occupiamo di metodologie di management e chi fa il nostro lavoro sa bene che si trova costantemente a dover fronteggiare persone restie al cambiamento.

    Se può interessare, abbiamo scritto un paio di articoli uno sulle leggende metropolitane che vivono nel nostro ambiente (“da noi non funzionerà mai”, “noi siamo diversi”) e l’altro proprio sulla resistenza al cambiamento.

    Se ci autorizzi, scriviamo i link. Ciao e grazie per lo spunto interessante. :o)

  • #2 Alberto 27/10/2009 09:10

    certo volentieri puoi segnalare i link. grazie!

  • #3 QualitiAmo 27/10/2009 10:05

    Grazie, sei gentilissimo!

    Questo è l’articolo sulle leggende metropolitane per resistere al cambiamento rappresentato dall’introduzione di un Sistema Qualità

    http://www.qualitiamo.com/dubbi/dubbi%20principali.html

    E questo è il nostro approfondimento sulla resistenza al cambiamento

    http://www.qualitiamo.com/approfondimento/20091026bis.html

    Speriamo possano essere utili per approfondire questo tema così interessante. Grazie per l’ospitalità. Ricambieremo volentieri su QualitiAmo, se vorrai. :o)

  • #4 ruge75 05/11/2009 16:09

    …”E ogni cambiamento che viene posticipato è un guadagno mancato”…

    Grande verità, un ottimo post.
    Mi sono scontrato per tre anni con un’organizzazione il cui motto era: “sono vent’anni che facciamo così. Ha sempre funzionato per cui va bene e non si cambia”. Peccato che, fortunatamente, in 20 anni l’azienda fosse passata da meno di dieci a piu’ di 500 dipendenti….che 20 anni fa i pionieri usavano l’informatica ed oggi senza calcolatori una qualsiasi azienda si fermerebbe….

    ciaooooo

  • [...] che per molte aziende, il cambiamento passi anche dal capire che bisogna ricominciare a concentrarsi sul creare prodotti web stupendi per [...]

Commenta il post ↓