Alberto Mucignat

Alberto Mucignat


Random thoughts around web stuffs (è tutto un equilibrio sopra la follia)

novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Categorie


Per un pugno di click

AlbertoAlberto

Ieri un conslente amministrativo cercava al computer il file relativo alla mia società. Usava Windows e ho contato almeno 7 click da quando ha detto “Ok, aspetta che uso la ricerca nel computer” (non ho visto, ma mi pare che selezionasse dove cercare, in che documenti, etc).

Sette click per fare una ricerca. Su Google ne basta uno. Su Mac basta digitare le prime lettere.

Non voglio parlar male di Windows, il fatto è un altro: ti sei mai chiesto come funziona la ricerca nel tuo sito? Hai mai provato a cercare qualcosa? Dopo quanto tempo sei riuscito a trovarla? Dopo quanti click?

La ricerca è il task primario di tutti gli utenti, quindi dev’essere semplice e veloce, altrimenti gli utenti preferiranno sempre Google (un giorno anche per cercare tra i propri file).

Tra l’altro, il caro Giacobino scriveva giusto ieri:

Websites have already lost much of their value to search engines by making them the entry-point to the Web’s riches. When people have questions or want to accomplish tasks, they turn to their preferred search engine — which is why search engines collect billions and content sites collect peanuts, despite the fact that they’re the ones actually satisfying the users’ needs.

Comments 9
  • Marco Cattaneo
    Posted on

    Marco Cattaneo Marco Cattaneo

    Author

    Esiste google desktop da anni, per ovviare a questi problemi… Gli utenti cercano già i file con Google da tempo! 🙂


  • Alberto
    Posted on

    Alberto Alberto

    Author

    giusto, anche se non so quanti utenti win lo usano…


  • matteo
    Posted on

    matteo matteo

    Author

    Io un tempo usavo Copernic sotto win. Ma anche per Mac le cose non sono così semplici, altrimenti non esisterebbero concorrenzialmente Spotlight, Finder e software di terze parti come Quicksilver (et alii).

    Io non credo che il Trova File di win sia poi così male. E’ tecnologicamente lento, e questo impatta negativamente sulla UX più delle imprecisioni o dell’incompletezza di Spotlight/Finder.


  • Alberto
    Posted on

    Alberto Alberto

    Author

    in realtà, non mi interessava minimamente discutere di winsozz o se sia meglio questo o quel software.

    mi interessava quel behavior, il dover cliccare diverse volte per accedere ad un risultato.

    quello che dobbiamo ricercare è la velocità e l’immediatezza e quel piccolo esempio mi è sembrato illuminante.


  • matteo
    Posted on

    matteo matteo

    Author

    neanche a me interessava discutere la cosa, ma mi sembrava emblematico indicare due considerazioni:
    1) che la semplicità d’uso in mac osx si traduce in differenti punti di partenza della ricerca e differenti filtri di ricerca (in un caso anche con uso di software di terze parti). 2) che in windows la semplicità d’uso è sacrificata alla precisione della risposta, ma penalizzata dai tempi necessari per ottenerla. L’ambito tecnologico, ancora una volta, dimostra quanto una progettazione di un buon prodotto non possa che essere in realtà connaturato all’ambito tecnologico (ti avevo scritto al riguardo un altro commento su cui però hai glissato elegantemente).


  • matteo
    Posted on

    matteo matteo

    Author

    Scusa, nello scrivere (e riscrivere) la frase ho cannato di brutto. Sarebbe da leggere così: “Ciò dimostra, ancora una volta, che la progettazione di un buon prodotto non possa che essere in realtà connaturata al suo ambito tecnologico (ti avevo scritto al riguardo un altro commento su cui però hai glissato elegantemente).”


  • Alberto
    Posted on

    Alberto Alberto

    Author

    matteo, non ho “glissato” la domanda, semplicemente sono daccordo con te (e con Munari), tant’è che ho sempre avuto le mani in pasta sul codice e ancora oggi mi piace bisticciare con php, html, css, js e (ulrimamente) django.
    ma resto della mia opinione: quando penso a come poter fare una cosa non posso pensare subito ai problemi che avrò con IE, perché altrimenti non potrei fare nulla o quasi 😉


  • Dario Salvelli
    Posted on

    Dario Salvelli Dario Salvelli

    Author

    Credo che pochi usino Google Desktop se non chi utilizzà già Gmail e altre app di Google. Piuttosto consigliate qualcosa per Win… 😉


  • paxlex
    Posted on

    paxlex paxlex

    Author

    Quello che dite è maledettamente vero. Ma prima della ricerca viene la distribuzione. Avete mai visto quei thread infiniti di cartelle con sottocartelle, spesso presenti sul desktop, e con nomi lunghi ben oltre la misura? Una path che non è quasi leggibile per la presenza di innumerevoli spazi, punteggiature e parentesi. Documenti che il programma di masterizzazione si rifiuta, giustamente, di masterizzare. E quanto fai notare che esagerano, ti guardano con aria imbarazzata (forse perché non è la prima volta che gli avvisi) e ti rispondono che non possono fare diversamente. Mi chiamo Paolo e uso Linux. Un saluto a tutti.